Calendario 2018 Windsurfer Class

Ecco il calendario 2018 della Classe

Da aprile a giugno le consuete 4 regate Nazionali ci porteranno attraverso Marche, Toscana, Sicilia e Lazio. Si comincia da Altidona ospiti del prestigioso Centro Vacanze Mirage, per poi andare a Livorno per il tradizionale Trofeo dell’Accademia. A Maggio si torna all’Albaria di Mondello, sede degli ultimi campionati Italiani, e poi a Giugno a Vindicio per l’ultima Nazionale 2018. A Luglio, la grande novita’ della “WorldCup” organizzata dal Circolo Surf Torbole. E a settembre si chiude in bellezza con il 44° Campionato Italiano in Sardegna presso il Club Porto Liscia nelle acque di Coluccia!

CALENDARIO 2018

Nazionali
Altidona (FM) 7-8 Aprile
Livorno (LI) 28-29 Aprile
Mondello (PA) 19-20 Maggio
Vindicio (LT) 16-17 Giugno

WorldCup
Torbole (TN) 20-22 Luglio

44° Campionato Italiano
Coluccia (OT) 7-9 Settembre

43rd Italian Open Championships Mondello 2017

di Guido Amato – courtesy of www.albaria.org

Assegnati in Sicilia a Palermo i titoli dei quarantatreesimi italiani open. Vincono Celin Bordier (Donne), Samuele Montino (leggeri), Marco Casagrande (Medio leggeri), Alessandro Torzoni (Medio pesanti) e Riccardo Giordano (Pesanti).
Alessandro Torzoni, Marco Casagrande, Celine Bordier, Samuele Montino e Riccardo Giordano.


Da sinistra i vincitori dei Campionati Italiani Windsurfer 2017: Alessandro Torzoni, Marco Casagrande, Celine Bordier, Samuele Montino e Riccardo Giordano.

La stagione 2017 della classe “Windsurfer” si è conclusa nel migliore dei modi nella splendida cornice del golfo di Mondello, patria indiscussa delle tavole a vela monotipo e palcoscenico naturale di rara bellezza, con la quarantatreesima edizione dei Campionati Nazionali della classe Windsurfer.

L’ondata di colore delle vele di questa storica classe, che negli anni settanta lanciò la disciplina del windsurf in Italia e non solo, si è festosamente riversata sul litorale palermitano con i suoi 83 concorrenti, con atleti provenienti da Italia, Austria, Germania, Francia, Svizzera, Olanda, Spagna e Australia. Molto numeroso il team Australiano sbarcato in Sicilia anche per promuovere i 41mi Australian Open Championships che si svolgeranno presso il Parkdale Yacht Club di Port Phillip Bay, VICTORIA, dal 25 al 28 gennaio 2018.

Monte Pellegrino. Una panoramica dalla roccia di Monte Pellegrino. Ph. Francesco Azzaro

Molte le presenze illustri, basti menzionare l’austriaco Christopher Sieber (medaglia d’oro alle Olimpiadi di Sydney 2000), il tedesco Alex Baronjan (anch’esso partecipante alle Olimpiadi di Sidney ed Atene) e i “principi del golfo” di Mondello, Riccardo Giordano (azzurro alle Olimpiadi di Barcellona 1992, Sydney ed Atene 2004) e Paco Wirz (anch’esso olimpionico a Los Angeles nell’84 e Seul nell’88). Senza dimenticare la partecipazione dei tre campioni italiani uscenti nelle differenti categorie di peso: il laziale Andrea Marchesi, Alessandro Torzoni e Marco Costagli da Piombino ed il padrone di casa Marco Casagrande, classe ’76, che vanta un palmares di assoluto rispetto con titoli mondiali, europei e ben otto tricolori in varie classi di Windsurf.
Come se non bastasse hanno debuttato per la prima volta su questa storica, ma inedita per loro, tavola gli azzurrini della classe RS:X Giuseppe Zerillo, Antonino Cangemi e Francesco Tomasello ed il loro coach Armando Udine (questi ultimi tre appartenenti al Circolo Lauria).

Si è trattato del campionato italiano con il più elevato numero di partecipanti dalla ripresa delle attivita’ del 2010: vento, grande agonismo, pioggia e condizioni tutt’altro che semplici hanno fatto capolino, consentendo ad accompagnatori ed atleti di godere di uno spettacolo di altissimo livello.
Giusto il tempo di dare ai regatanti la possibilità di ambientarsi al paesaggio palermitano, una volta espletate le procedure di pesatura ed iscrizione, i partecipanti sono stati divisi nelle due flotte “Yellow” (leggeri, medio/leggeri e donne) e “Blue” (pesanti e medio/pesanti)

I primi segnali che hanno sancito ufficialmente l’inizio dei Campionati vengono emessi dal comitato di regata presieduto da Nicola Tartamella intorno alle 14.00 della giornata di venerdì 8 con la flotta “leggeri” chiamata a scendere in acqua per prima.
Dopo una prima prova annullata a causa di un repentino cambio nella direzione del vento sono subito protagonisti gli atleti più attesi.
Con vento di ponente d’intensità variabile tra gli 8 ed i 15 nodi, dopo le prime due prove disputate, nella categoria leggeri, balza subito al comando il veneto proveniente da Jesolo Samuele Montino, portacolori dell’Albaria da oltre un ventennio, Samuele Montino (con un terzo e un secondo posto) davanti al laziale Andrea Marchesi ed al romano di Palinuro Mario Valdivieso.
Quarto posto per Luca Sperati di Anzio e quinto posto per il palermitano Armando Udine del Lauria.
Nella categoria dei medioleggeri non tradisce le aspettative e mette subito in riga tutti il campione in carica Marco Casagrande, che ha chiuso sesto nella prima prova e vinto la seconda. Bene anche il diciannovenne Antonino Cangemi. Al terzo posto l’australiano Mark Lloyd davanti al romano presidente di classe Luca Frascari. Nella classifica femminile, a comandare la classifica è la francese Celine Bordier che precede l’altra laziale Manuela Arcidiacono e la giovane palermitana Giorgia Paternoster.

Per le categorie pesanti e mediopesanti una sola prova portata a termine nel primo giorno di regate, quando era ormai tardo pomeriggio e con vento molto più leggero. Tra i pesanti in testa Paco Cottone, autore di una regata epica, davanti Nedo Catinelli di Follonica. Terzo e quarto rispettivamente Riccardo Giordano e Paco Wirz. Per i mediopesanti affermazione a sorpresa del palermitano Alessandro Alberti (detto altresì scherzosamente “Tonno”) davanti al laziale Stefano Bonanome, reduce da una fastidiosa tendinopatia che, tuttavia, non ne hanno scalfito classe e determinazione.

Tutti a terra, dunque, con la flotta che si sparpaglia letteralmente tra Mondello e Palermo alla ricerche delle note prelibatezze locali, tra pesce, arancine, cannoli e brioches col gelato.
La seconda giornata di regate del Sabato si apre ancora con vento di maestrale oscillante e rafficato, con punte anche oltre i 15 nodi, consentendo comunque e tutt’e due le flotte di disputare ulteriori due prove per la flotta “Yellow” e tre per la flotta “Blue” e quindi consentendo ad ogni concorrente (secondo la regola dello “scarto”) di scartare appunto la peggiore prova sino a quel punto disputata.

Nella categoria leggeri il veneto dell’Albaria Samuele Montino va “in fuga” con due primi posti davanti agli altri esperti Andrea Marchesi e Mario Valdivieso, costantemente alle calcagna.
Al sesto e al settimo posto il “maestro” e l’allievo” Armando Udine e Francesco Tomasello del Lauria.
Inedito ed avvincente testa a testa tra due palermitani nei medioleggeri: Marco Casagrande con un sesto e terzo posto precede di un paio di lunghezze e il diciannovenne azzurro Antonino Cangemi, autore di un terzo e di un decimo piazzamento.
Per loro risulteranno decisive le regate conclusive della domenica.

Vento nuovamente in calo per la flotta “Blue” dove, per i pesanti, balza al comando della classifica l’olimpionico dell’Albaria Riccardo Giordano che in virtù di un settimo, un secondo ed un terzo posto si porta davanti al bravissimo toscano Nedo Catinelli e un superbo Giangaspare Carta, autore di un nono, un quarto ed un secondo posto.
Al quinto posto l’altro “principe del golfo”, Paco Wirz, preceduto da Paco Cottone, che anche al sabato conferma di poter competere ad altissimi livelli.
Tra i mediopesanti si verifica un avvicendamento al vertice della classifica: al comando balza il piombinese Alessandro Torzoni (sicuramente più a suo agio con vento costante e tale da consentirgli di “attivar” le sue leggendarie pompate) davanti ad Alessandro Alberti del Vela Club Palermo ed Alberto Gange del Lauria.
Non viene messo in discussione, tra le donne, il primato della francese naturalizzata Celine Bordier davanti all’ex nazionale azzurra Manuela Arcidiacono.
Al terzo posto balza a sorpresa una juniores del circolo Lauria, Sara Costantino, all’esordio assoluto sulla classe windsurfer, che scalza dal gradino più basso del podio l’altra palermitana Giorgia Peternoster (Albaria).

La giornata del Sabato si apre con l’appuntamento “istituzionale” rappresentato dall’assemblea di classe che si svolge con cadenza annuale.
Sulla spiaggia dell’Albaria, davanti al primo varco pubblico italiano per l’uscita delle tavole a vela istituito negli anni ’80 dal Ministero della Marina Mercantile, gli argomenti all’ordine del giorno erano parecchi e tutti di notevole interesse, determinando un’assembela molto numerosa ed altrettanto partecipativa, nonostante l’ora della convocazione (le nove del mattino) comoda ma non comodissima.
L’assemblea ha riconfermato all’unanimità il Consiglio uscente (Luca Frascari Presidente, Edardo Thermes Segretario, Giampaolo Fantozzi Tesoriere) in virtù dell’eccellente ed encomiabile lavoro svolto. 

Come da piacevole tradizione e prerogativa irrinunciabile di quel “Windsufer Spirit” che anche per questo 2017 ha accompagnato gli atleti lungo tutto il calendario di regate, il Sabato sera i partecipanti con le rispettive famiglie si sono ritrovati a cena presso il “Lido del Finanziere” dove hanno avuto modo di assaggiare ulteriori specialità della tradizione culinaria sicula. A seguire l’artista locale Riccardo Serradifalco, front-man del gruppo musicale “Akkura” ormai noto in tutto il mondo, si è esibito sulla spiaggia dell’Albaria con un concerto di musica dal vivo, impreziosito dalla partecipazione in alcuni brani di Maurizio Bufalini (leader del gruppo “Calumet City”) ex-segretario di classe.
Tra una bottiglia (o due o tre!) di birra, un passo di danza e commenti circa le previsioni meteo per la giornata di domenica (previsto forte vento di ponente) i regatanti si congedano in vista di una partenza anticipata alle ore 10.00 del mattino successivo, proprio
per poter godere di condizioni sicuramente più sfidanti.

Arriviamo, dunque, alla giornata conclusiva della manifestazione e della intera stagione Windsurfer 2017. Nonostante il vento sia stato protagonista indiscusso delle prove della domenica, con raffiche incontrollabili, continui salti e cambi di direzione, i risultati finali non hanno riservato sorprese con le posizioni di vertice rimaste sostanzialmente immutate rispetto ai giorni precedenti.
Spettacolare la prova della flotta “Blu”, caratterizzata da avvicendamenti continui in classifica e con passaggi in boa di bolina (montata proprio davanti la spiaggia) che hanno obbligato gli atleti a vere e proprie evoluzioni ai limiti del free-style.
Totalmente differente ma altrettanto impegnativa è stata la prova conclusiva della flotta “Yellow” il cui vento, stabilizzatosi per direzione, ha raggiunto un’intensità superiore ai 25 nodi obbligando molti partecipanti al ritiro e inducendo altrettanti a non scendere neppure in acqua.
Senza non poche difficoltà, dunque, si sono disputate due prove (una per flotta) portando a cinque il numero totale di quelle disputate per categoria.

Tra i leggeri dominatore incontrastato e’ Samuele Montino di Jesolo, davanti ad Andrea Marchesi secondo e Mario Valdivieso, terzo.
Nei medio leggeri, conferma il tricolore vinto lo scorso anno ad Anzio il palermitano Marco Casagrande, secondo Antonio Cangemi autore di un grandissimo debutto sul windsurfer, terzo Marco “Sugherino” Costagli da Piombino. Nei mediopesanti, un’altra conferma, quella del toscano Alessandro Torzoni anch’esso di Piombino, davanti ad Alessando Alberti e Alberto Gange. Tra i pesanti infine, vittoria del tre volte olimpionico Riccardo Giordano che precedere Nedo Catinelli di Piombino e Paco Cottone, terzo.
Nella flotta femminile netto il successo della francese Celine Bordier del Tognazzi Marine Village di Torvajanica, davanti a Manuela Arcidiacono (Albaria) e Sara Costantino (Lauria).

Un premio ed una doverosa menzione a parte meritano due colonne portanti della classe: il “Ministro dei Trasporti” laziale (nominato per acclamazione) Stefano Creti e l’inossidabile Nedo Catinelli della Brigata di Piombino, quest’ultimo a suo agio tanto in acqua quanto al “timone” del furgone dei toscani che per l’occasione sfoggiava una livrea dedicata ai Campionati Italiani e sulla quale campeggiava ben in evidenza l’ormai celebre hastag #roadtomondello.
A loro va il ringraziamento di tutta la classe per aver effettuato il non agevole trasporto delle tavole degli atleti, mai così numerose come in questa circostanza.

Dopo le premiazioni di rito arriva l’inevitabile momento dei saluti.
Gli atleti più lontani si rivedranno (con qualche eccezione) fra 7 mesi e non è raro vedere l’espressione sorpresa di chi, assistendo per la prima volta ad una regata windsurfer, resta colpito dalla sincerità degli abbracci, dalla calorosità delle pacche sulle spalle, dalla dai sorrisi e (perché no) dalla spontaneità delle espressioni tristi, tipiche di un lungo congedo.
Più degli ingaggi in boa, delle partenze in gruppo, delle planate sotto raffica è tutto questo che rende unica ed inimitabile questa classe.

Le condizioni meteo che, pur essendo mutevoli nel corso di tutto il weekend, hanno comunque consentito di svolgere le prove necessarie e di godere anche di una temperatura gradevole, hanno creato non poche difficoltà al rientro di quanti sono accorsi nel capoluogo siciliano da ogni dove ed ai quali va il più sentito ringraziamento per aver contribuito con la loro partecipazione alla riuscita dell’evento.
In molti hanno dovuto subire a causa delle forti piogge e raffiche di vento notevoli ritardi e cancellazioni di voli mentre un nutrito gruppo di laziali, costretto a Palermo dall’annullamento di un volo Ryanair diretto a Fiumicino, ha affrontato il rientro a casa in notturna su mezzi “ruotati” noleggiati alla bisogna o con il treno che partito da Palermo alle 7:05 si è rotto e fermato a Barcellona vicino Messina…
Nulla ha tuttavia scoraggiato gli atleti: un ulteriore segnale (se mai ce ne fosse stato il bisogno) di quanto forte sia quel “Windsurfer Spirit” che sicuramente si riproporrà con ancora più vigore nel 2018.

Arrivederci alla prossima stagione!

l’australiano Christopher Sieber (medaglia d’oro alle Olimpiadi di Sydney 2000)

Classifiche:

YELLOW FLEET

BLUE FLEET

Convocazione Assemblea di Classe 2017

Ai sensi dello statuto è convocata l’assemblea annuale della IWCA International Windsurfer Class Association per il giorno Sabato 9 settembre 2017 presso il circolo Albaria in Mondello Palermo, alle ore 9,00:

ORDINE DEL GIORNO
1. Relazione annuale, conto economico e resoconto attività 2016-2017
2. Nomina membri del Consiglio Direttivo per il biennio 2018/2019
3. Nomina del Presidente, Segretario e Tesoriere per il biennio 2018/2019
4. Calendario regate per il 2018
5. Varie ed eventuali.

Roma 30 agosto 2017

43rd WS Italian Open Mondello 2017 provisional entry list

(if your name is missing pls let us know)

1 Alessandro Alberti ITA
2 Luca Albucci ITA
3 Claudio Allesina ITA
4 Guido Amato ITA
5 Manuela Arcidiacono ITA
6 Vincenzo Baglione ITA
7 Giuseppe Barone ITA
8 Alex Baronjan GER
9 Paolo Barozzi  ITA
10 Roberto Bianconi ITA
11 Stefano Bonanome  ITA
12 Celine Bordier FRA
13 Guido Brizzi ITA
14 Maurizio Bufalini ITA
15 Andrea Bufalini  ITA
16 Lorenzo Bufalini  ITA
17 Mario Burchiani  ITA
18 Alessandro Canessa  ITA
19 Pietro Caramante  ITA
20 Giangaspare Carta ITA
21 Marco Casagrande ITA
22 Massimiliano Casagrande ITA
23 Nedo Catinelli ITA
24 Davide Ceserani ITA
25 Rosario Cinquegrani ITA
26 Marco Costagli ITA
27 Paco Cottone ITA
28 Federico Cremisi ITA
29 Stefano Creti ITA
30 Carlo Dalla Vedova ITA
31 Carola De Fazio ITA
32 Luca De Gregorio  ITA
33 Gerard Delmàs ESP
34 Nico Di Bartolo ITA
35 Rosario Di Bartolo ITA
36 Andrea Di Cio’ ITA
37 Marco Di Cio’ ITA
38 Carlo Di Fede ITA
39 Giorgio Di Fede ITA
40 Gabriele Di Paola ITA
41 Velerio Dongu ITA
42 Berry Donkersloot  NED
43 Gianpaolo Fantozzi ITA
44 Gianlorenzo Fantozzi  ITA
45 Luca Frascari ITA
46 Robert Galletti ITA
47 Diego Galmetzer ITA
48 Alberto Gange ITA
49 Riccardo Giordano ITA
50 Tonia Grimshaw-Lloyd KA
51 Jorn Krohnke KA
52 Alessandro La Monica ITA
53 Adriano La Monica ITA
54 Maurizio Lanucara  ITA
55 Flavia Lanucara  ITA
56 Mark Lloyd KA
57 Alessandro Mangione ITA
58 Andrea Marchesi ITA
59 Anna Marretta ITA
60 Gabriele Miceli ITA
61 Marco Mignani  ITA
62 Alessandro Minei ITA
63 Peter Monkhouse KA
64 Alessandro Musetti  ITA
65 Massimo Onesti ITA
66 Luca Pacitto ITA
67 Giorgia Paternoster ITA
68 Francesco Pavolini ITA
69 Paolo Rinaldi ITA
70 Sergio Sanfilippo ITA
71 Luca Sarri ITA
72 Federica Sorbello ITA
73 Luca Sperati ITA
74 Annalisa Struppa ITA
75 Edoardo Thermes ITA
76 Margherita Thermes ITA
77 Alessando Torzoni ITA
78 Mario Valdivieso  ITA
79 Silvia Valdivieso  ITA
80 Peter Wells US
81 Paco Wirz ITA
82 Giuseppe Zerillo ITA
83 Cristophe Gilles FRA